Sala Guidubaldo

L'anima più autentica del Castello

  • foto-ristorante-05
  • Galleria_guidubaldo
  • Galleria_guidubaldo_3
  • Galleria_guidubaldo_2
  • Galleria_guidubaldo_4

Si trova al “piano nobile” ed accoglie ogni mattina gli ospiti per la prima colazione. Li troveranno Izabela che ha allestito un bel buffet con i dolci fatti nel Castello, i buoni salumi e formaggi umbri, le marmellate preparate dalla Contessa con la frutta della tenuta e altro ancora.

Durante la giornata la sala è offerta agli ospiti per i loro momenti di relax avendo a disposizione anche una piccola, raffinata biblioteca che ivi è collocata.

Di sera, infine, gli animi più romantici possono riservare il salone in esclusiva per cene a lume di candela.


La sala è così chiamata in onore del giovane Montefeltro, figlio di Federico che assaltandolo, cingendolo d’assedio e ponendo l’incendio riconquistò il Castello di Petroia nel 1487.

Qui nei secoli hanno vissuto i Signori di Petroia. Molte cose sono rimaste intatte ed autentiche come i due camini (XV secolo) in pietra serena, le maestose travi di quercia, le graziose finestre ottocentesche con la migliore vista del Castello.